L’idea della Cina che corre per lanciare una CBDC che metterà fine alla supremazia monetaria degli Stati Uniti non regge se si guardano i fatti sul campo.

Negli ultimi anni, la guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti è stata al centro delle relazioni internazionali, con la tecnologia che gioca un ruolo enorme

All’interno delle criptovalute, il crescente interesse per le valute digitali della banca centrale è diventato parte di quella narrativa della competizione geopolitica. Molti hanno definito lo sviluppo dei CBDC in Cina e negli Stati Uniti come una corsa, nel qual caso la Cina è chiaramente più vicina al lancio e, quindi, il “vincitore”.

Ma una corsa al traguardo è un paradigma imperfetto, a cui Cointelegraph ha contribuito con la sua giusta quota. Per il momento, la Cina sta lavorando attivamente per far uscire la sua infrastruttura di pagamenti digitali dal dominio schiacciante di Alipay di Ant Group e WeChat Pay di Tencent. I progetti di vecchia data sul dollaro USA hanno vacillato . La narrazione dello yuan digitale che mira al dollaro è venuta in modo più prominente dalle aziende statunitensi che stavano cercando di reindirizzare il controllo dei regolatori statunitensi su una minaccia straniera.

La corsa alla valuta digitale che non lo era

Sebbene abbia trascinato Alipay e WeChat Pay nell’arena geopolitica, un ordine esecutivo di mezzanotte di Trump che vieta l’uso di tutte le app di Tencent, Alibaba e Alipay negli Stati Uniti è stato più un attacco simbolico alla cattiva condotta della Cina nel commercio internazionale che complicherebbe anche la diplomazia iniziale di Biden. Claude Barfield, che studia la politica commerciale cinese per l’American Enterprise Institute, ha detto della mossa dell’ultimo minuto di Trump: “Questo non è radicato nell’economia, ma è solo radicato nell’ultimo sussulto di questa amministrazione per stabilire un record e per modi legano le mani di Biden. ”

C’è sicuramente anche una grande concorrenza nella tecnologia tra Stati Uniti e Cina. Martin Chorzempa del Peterson Institute for International Economics ha dichiarato a Cointelegaph:

“Non mi illudo che l’amministrazione Biden lascerà andare la competizione tecnologica. La questione delle tariffe alla fine scomparirà gradualmente, ma la mia scommessa è che la concorrenza tecnologica si surriscalderà “.

Nonostante tutto questo frastuono, l’industria dei pagamenti cinese non ha visto la penetrazione internazionale necessaria per costituire il pericolo chiaro e presente, che è diverso da altre aziende tecnologiche come Huawei. Per quanto riguarda i pagamenti, le aziende che li gestiscono sono quasi interamente all’interno del giardino recintato della Cina. Nonostante le basi degli utenti che sminuiscono le app di pagamento statunitensi come Apple Pay o Google Pay, sia Alipay che WeChat Pay dipendono quasi esclusivamente dai titolari di un conto bancario cinese per quei numeri.

Mentre uno yuan digitale è ovviamente una delle principali priorità per la Cina, il lavoro del paese contro il suo settore dei pagamenti interni dimostra che sta guardando prima a casa. L’utilizzo internazionale dello yuan tradizionale si è arrestato, nonostante un leggero aumento nella composizione delle valute di riserva estera, e la repressione del suo settore interno dei pagamenti privati ​​non aiuta una CBDC cinese a diventare internazionale.

“L’internazionalizzazione del renminbi è ormai da anni in secondo piano. Si continua a parlarne, ma sono state prese pochissime decisioni effettive per renderlo utilizzabile “, ha affermato Chorzempa. “Non sono convinto che il PNC consentirà alle persone di utilizzare il renminbi digitale al di fuori della Cina”.

I monopoli tecnologici che c’erano

L’attuale spinta anti-monopolio sembra davvero piuttosto semplice. Alipay e WeChat Pay controllano il 95% del mercato dei pagamenti digitali tra i due. In aggiunta al problema, i pagamenti digitali sono diventati lo standard in Cina, con molti commercianti che rifiutano di accettare la valuta emessa dal governo. È un problema abbastanza diffuso che la Banca popolare cinese ha avvertito a dicembre che “il denaro in renminbi (yuan) è il mezzo di pagamento più basilare. Entità o individui non possono rifiutarsi di accettarlo. ”

Tieni presente che molti paesi guarderebbero con sospetto ai privati ​​con un tale soffocamento sul sistema dei pagamenti nazionali. Il 95% tra due società private è inaudito in qualsiasi grande economia globale, ed è un 95% che fa parte di due enormi conglomerati che fungono indipendentemente da e-merchant, social network e messenger. Qualunque siano i problemi che gli Stati Uniti devono affrontare con i propri giganti tecnologici, sono ancora più fortemente concentrati nel mercato cinese.